Vengono esaminati due algoritmi: uno rapido per numeri piccoli (conversione ad occhio potremmo chiamarla) ed uno più rigoroso, sistematico ma semplice.

E’ anche facile impostre un foglio di calcolo excel per far svolgere le conversioni nei due sensi al PC stesso 😉

Ma anche Windows con la sua calcolatrice ha qualche cosa da dire …

Rispondi